Dai un'occhiata a Floating Flo su Yelp

L'orizzonte degli eventi

L'orizzonte degli eventi

Penso che molte persone si possano sentire a disagio durante una sessione di floating: è un ambiente inusuale, e sei spogliato di quasi tutti i tuoi abituali comfort: lo smartphone, un'altra persona con cui parlare, tutte le distrazioni ambientali compreso il rumore di sottofondo (a meno che tu non scelga di mantenere la musica per tutta la durata della sessione) - entri nel niente, e praticamente rimani veramente e assolutamente solo con te stesso e i tuoi pensieri.

Una condizione che a livello psicologico per molti può essere non proprio confortevole specialmente se si passa la maggior parte del tempo distraendosi da ciò che sta realmente accadendo nella propria testa. Che lo si faccia consapevolmente, per dissonanza cognitiva, o perché si è immersi in questo immenso limbo ipnotico che ci controlla, in buona sostanza siamo sempre più distaccati da noi stessi ed un numero sempre minore di persone cercano di riconnettersi col proprio io profondo il “deep self” come lo chiama John C. Lilly.

Floating Onironautica: la Pratica

Floating Onironautica: la Pratica

Due anni or sono abbiamo scritto un interessante post su cosa siano i sogni lucidi e come sia possibile realizzare queste esperienze oniriche mediante l’utilizzo di particolari tecniche a cui vi rimando per avere un’infarinatura iniziale circa il significato e l’esperienza di avere un “Lucido”.

Ritorniamo su questo argomento perché riteniamo che imparare a fare sogni Lucidi sia un altro modo per interagire con il nostro inconscio, con il nostro io vero (Self), per conoscerlo e crearci un rapporto che può avere anche interessanti risvolti ludici.

Onironautica

Il sogno lucido è un’esperienza onirica nella quale pur rimanendo nel sogno, ci si risveglia e si ri-acquisisce la lucidità (da qui l’aggettivo “Lucido”) e la coscienza proprie del mondo reale e grazie a questa lucidità, intesa come capacità di eseguire la nostra volontà, esplorare il mondo onirico come se fosse il mondo reale.

8 ragioni per praticare Floating

8 ragioni per praticare Floating

Spesso ci viene chiesto a cosa serve; così elenchiamo di seguito alcune delle principali ragioni per le quali sempre più persone lo scelgono di praticare il floating nelle vasche di deprivazione sensoriale: in particolare ne riportiamo 8 anche se ognuno ne potrà trovare sicuramente altre 100 comunque sempre molto valide

…e quale fra queste invece spinge te a praticare Floating?

La potente Meditazione Cinese della Illuminazione Silenziosa e Floating: come andare oltre...

La potente Meditazione Cinese della Illuminazione Silenziosa e Floating: come andare oltre...

Da quando ho iniziato il percorso che ha portato alla nascita di Floating Flo è cambiato il modo in cui guardo al significato della mia vita, al rapporto con gli altri e a come posso aiutare il prossimo a vivere in armonia con se stesso, gli altri e l’ambiente che lo circonda.

Poiché il mio avvicinamento al mondo del Floating ha seguito un approccio medico psicologico (razionale) piuttosto che spirituale ed olistico, mi sono sempre chiesto cosa volesse dire meditare, cosa fosse l’illuminazione, come la si potesse raggiungere e come questo avesse a che fare con gli stati di allargamento di coscienza (psichedelici) generati dalla pratica del floating. In particolare era per me interessante capire come il “meditare” potesse essere messo in relazione con le nostre onde cerebrali, con la sensazione di unicità (oneness) e completezza con l’infinito propria dei vari stadi o stati che si attraversano durante la pratica, indipendentemente dal fatto che si segua una particolare filosofia, insegnamento, scuola o che questi si manifestino spontaneamente.

Usare il Floating per la mente: come entrare in Trance

Usare il Floating per la mente: come entrare in Trance

Ci siamo occupati in svariati post sia dei benefici fisici che dei benefici mentali dell’utilizzo ricorrente del Floating, ma a proposito di quelli mentali, poco abbiamo detto su come ottenerli.

Dal punto di vista mentale il Floating rappresenta un Portale che deve essere attraversato. Come attraversarlo può essere scoperto in questo post nel quale si riportano due tecniche di Autoipnosi che costituiscono due validi percorsi per entrare in trance velocemente ed in modo efficace quando si è all’interno delle vasche di Floating.

L’entrata nello Stato di Trance cioè quello stato in cui il nostro cervello lavora al confine fra onde Alpha e Theta ovvero a 8 Hz, è come la serratura del portale, la tecnica del Countdown e quella della Scala Mobile possono essere considerate le chiavi... Buona lettura e sperimentazione.

La NeuroPlasticità Auto-Diretta: Come cambiare il funzionamento del vostro cervello in modo consapevole

La NeuroPlasticità Auto-Diretta: Come cambiare il funzionamento del vostro cervello in modo consapevole

La Neuroplasticità auto-diretta è un concetto derivato dal ricercatore Dr. Jeffrey M. Schwartz nel suo libro, "la mente e il cervello" (neuroplasticità e il potere della forza mentale). Nel libro, egli dimostra in modo convincente che non si è alla mercé dell'attività geneticamente predeterminata del cervello. La sua ricerca suggerisce che la nostra “volontà” gioca un ruolo attivo nell'influenzare la funzione cerebrale, decidendo dove concentrare la nostra “attenzione”.

All'interno del libro egli approfondisce anche il concetto di "meccanica quantistica” -un campo di studio con controversie significative- e sostiene che il concetto di "mente" non coincide col concetto di “cervello”, insomma non sono la stessa cosa. Indipendentemente dai principi quantistici delineati nel libro, l’autore è stato in grado di dimostrare che le persone sono in grado di cambiare consapevolmente il funzionamento del loro cervello con una corretta attenzione ed un adeguato sforzo. Il Dr. Schwartz ha anche scansioni cerebrali che dimostrano l'efficacia della neuroplasticità auto-diretta e che mostrano come persone che soffrono di OCD (Disordini Ossessivo Compulsivi), Ansia, Depressione, vittime di ictus, oppure individui che non soffrono di tali patologie come musicisti, e molti altri, una volta messi nel “giusto contesto” hanno usato questo concetto per cambiare il loro cervello migliorando le loro facoltà.

L’IMPORTANZA DELLA PREPARAZIONE

L’IMPORTANZA DELLA PREPARAZIONE

Credit to Niccolò Capasso Creative Director

Ehi ciao, come stai? È da tanto che non ci sentiamo…

Qualche giorno fa ho provato la vasca di deprivazione sensoriale!

Ti ricordi che ne avevamo parlato?

Ciao, quanto tempo! Come stai? Sì, mi ricordo. Com’è stata l’esperienza?

È stata un’esperienza molto piacevole! Un po’ diversa dalle mie aspettative, ma penso che replicherò sicuramente. Ha davvero molto potenziale.

Tutto qua? Dai…

Raccontami un pò di più.

Quale effetto ha avuto sul tuo corpo? E sulla tua mente?

È stato solamente rilassante o hai provato qualcosa in più?

No, non è stata solamente un’esperienza rilassante.

Di sicuro ricordi che medito regolarmente, quindi non ho avuto grande difficoltà a rimanere in uno stato di osservazione silenziosa: ho osservato e percepito ciò che stava accadendo. A differenza della meditazione, però, ho percepito che questa esperienza mi ha portato subito in uno stato alterato di coscienza, e la fase di preparazione è stata estremamente breve.