Dai un'occhiata a Floating Flo su Yelp

 

MEGLIO UNA VASCA DI FLOATING O UNA FLOATING ROOM?

 

7 OTTIME RAGIONI per preferire LE VASCHE SERIE THETA di Float & Co

Sono state prese in analisi le Floating Room di Ocean e Stenal rispetto ai prodotti Theta 1 e 2 di Float & Co.

1. DIMENSIONI INTERNE A DISPOSIZIONE DEll'UTILIZZATORE: é importante capire quanto spazio si ha effettivamente a disposizione.

Vasca galleggiamento Theta: L 2,55 x W 1,55 x H 1,25 m  (H altezza riferita alla superficie di galleggiamento).                           Superficie di Galleggiamento > 3 mq 

Stanza Galleggiamento Standard (Ocean,Stenal): L 2,2 x W 1,25 x H 1,63 m (H altezza riferita alla superficie di galleggiamento.     Superficie di galleggiamento < 2,75 mq

Profondità Soluzione all'interno del Pod: Theta: 27 cm, massima libertà e accoglienza

Profondità Soluzione all'interno del Pod: Stenal: 20 cm, questo comporta che non c'è abbastanza spazio fra la parte più bassa immerso nella soluzione ed il fondo del contenitore con la spiacevole possibilità di toccare il fondo per persone piuttosto corpulente e quindi non raggiungere una completa deprivazione sensoriale.

Quindi NON E' VERO che tutte le vasche di galleggiamento sono più piccole e claustrofobie delle stanze di galleggiamento e che i clienti si fanno un problema al riguardo anzi... con le vasche Theta il rapporto è più di attrazione che di repulsione. Di per se la claustrofobia è un falso mito in quanto dovuta alla percezione delle pareti dell'ambiente che ci circonda. Nella deprivazione sensoriale tali percezioni svaniscono in virtù della eliminazione delle percezioni visive, sonore e tattili.

2. ACCESSIBILITÀ: Le vasche serie Theta hanno un fronte entrata/uscita utile 3 metri. Provate a far uscire una persona svenuta di 80 kg da una Floating Room (Ocean, Stenal) che è dotata solo di una porta 0,70 x 1,2 m posta a 50 cm da terra ed in posizione non centrale.

3. PULIZIA VASCA: Le vasche serie Theta sono state studiate per facilitare l'utilizzo da parte degli operatori. Tra un Cliente e l'altro è molto facile pulire in modo efficace la vasca Theta in quanto è possibile sporgersi all'interno di essa lungo tutto il bordo di apertura. Tutte le Floating Rooms, se si deve eseguire un'adeguata pulizia, necessitano di entrare all'interno (piedi in acqua) perché non si riesce ad arrivare in tutti i punti a causa della limitata apertura della porta. Questo è sono fattore determinante se non si vogliono fare spiacevoli compromessi durante la pulizia routinaria tra un cliente e l'altro.

4. SVUOTAMENTO: Le vasche Theta 1 si svuotano tra un trattamento e l'altro eliminando il problema dell'evaporazione dell'acqua della soluzione salina che invece necessita della stesura di copertura Isoterma nelle float rooms (Ocean, Stenal) cosa di non facile esecuzione specie attraverso una piccola apertura di accesso. E' molto importante per un cliente vedere che la vasca si riempie invece di trovala già piena. Inoltre se durante i periodi di stand by non viene inserita la coperta isoterma per frenare l'evaporazione dell'acqua, l'ambiente chiuso caldo umido che si viene a creare all'interno della stanza di floating favorisce la proliferazione di batteri come la legionella sulle pareti interne della stanza di floating, cosa che non può avvenire con i nostri prodotti in quanto nei periodi di stand by la vasca rimane aperta.

5. SANIFICAZIONE: Le vasche serie Theta hanno un apparato di sterilizzazione della soluzione salina che offre la possibilità di programmare i cicli di rigenerazione della soluzione salina a seconda del carico clienti giornaliero si possono utilizzare diversi sistemi di sterilizzazione con ossidazione tramite perossido d'idrogeno, Perossido + UV, Ozono, Ozono + UV, Fotocatalisi + Perossido. L'efficienza del sistema di sterilizzazione Theta è così elevata da non imporre la sostituzione della soluzione salina (700-900 litri) 2 volte all'anno come è invece indicato per i prodotti Stenal (vedi scheda tecnica)... Ogni sostituzione della soluzione salina costa circa 1500 euro fra sale di Epsom e manodopera.

6. DESIGN E CONFINAMENTO: Dato che l'esperienza Floating si inizia da quando si vede la vasca di galleggiamento le vasche serie Theta sono state sviluppate utilizzando proporzioni auree e l'impatto sul cliente è quanto mai di attrazione a voler provare il viaggio al loro interno perché si sentono sicuri e protetti da quello che a molti di loro riconduce all'esperienza di essere all'interno della pancia della mamma. Un bellissimo oggetto con un design esclusivo ed una forma unica nel suo genere che vale un trattamento anche solo per guardarla, toccarla viverla. Qualcosa che senza dubbio non proverai entrando "in una parete attraverso un portello" come avviene per le Floating Rooms.

7. CONSUMI E UTILIZZO: Con le vasche della serie Theta i consumi elettrici sono molto limitati così come la necessità di sostituire i materiali di consumo quali filtri ed eseguire eventuali rabbocchi con soluzione salina. Il grande volume utilizzato dalle stanze di galleggiamento comporta un notevole dispendio di energia per mantenere il ricambio d'aria e il livello di umidità adeguato per evitare condensa. Questo comporta consumi elevati e continuo controllo della densità della soluzione che tende a concentrarsi a causa dell'evaporazione.

8. DIAGNOSTICA REMOTA: le vasche Theta utilizzano la diagnostica remota prevenendo il problema prima che si verifichi, Ocean e Stenal utilizzano i manutentori a chiamata quando il problema si è già verificato e probabilmente ha bloccato l'utilizzo dell'impianto... Quando hai un centro che non ha molta richiesta magari puoi anche passarci sopra ed attendere i tempi del manutentore, ma quando se hai una forte domanda dire di no ai tuoi clienti è sempre molto sconveniente perché si rivolgeranno altrove per trovare quello che tu non puoi dare loro.

QUESTE SONO LE COSE IMPORTANTI CHE DEVI TENER PRESENTE QUANDO GESTISCI UN CENTRO FLOATING.