7 consigli salutari per una buona notte di sonno

Credit to: Claudia Aguirre on August 23, 2016

Una quantità adequata di sonno è critica per la salute del nostro corpo e della nostra mente  Senza di esso possiamo andare incontro a svariate problematiche con conseguenze anche molto gravi.  Ma cosa si deve fare se si soffre di insonnia? Di seguito la neuroscienziata Claudia Aguirre propone 7 salutari suggerimenti per una notte di sonno ristoratore:

1. Insisti nel voler dormire la giusta quantità di ore. Facile a dirsi, meno a farsi... Tuttavia dormire un numero non adeguato di ore o smettere di provare ad addormentarsi arrendendosi alla condizione di insonnia è la cosa peggiore che si possa fare. Ci si deve sforzare di dormire la quantità di ore raccomandata se si vuol ristorarsi e recuperate la stanchezza accumulata: per i bambini in età scolare da 9-12 ore di sonno, da 8 a 10 ore per gli adolescenti, e da 7 a 9 ore per gli adulti.

2. Elimina le sorgenti di luce blue! Nelle due ore antecedenti il momento in cui intendi andare a dormire non utilizzare Smartphone, Lap top o Tablet senza filtrate o cambiare la luce eliminando le tonalità del blue. Esistono in commercio svariate apps per potter fare questo (come ad esempio Flux, Night Shift ecc). Studi scientifici infatti dimostrano come la luce blue dei dispositivi electronici possa ritardare l'entrata nel sonno e sballare completamente i ritmi Circadiani sonno-veglia, ormonali ecc. Un metodo molto utile per regolarizzare i ritmi circadiani è effettuare regolari sessioni di Floating (non necessariamente da effettuarsi la sera), in modo da resettare quanto sballato dalla luce blue.

3. Girati su un fianco. Dormire coricati su un fianco può aiutare il cervello a ripulirsi dalle scorie in modo più efficace rispetto a dormire sulla schiena o sulla pancia, in più migliora considerevolmente l'ossigenazione e riduce moltissimo il rischio di apnee notturne.

4. Respirare profondamente e possibilmente col diaframma. Il respirare profondamente fa scattare la riposta al rilassamento del nostro corpo. In più, respirere col diaframma e in modo profondo agevola il flusso del liquido celebro spinale aiutando il cervello a smaltire residui e scarti del nostro metabolismo e ad ossigenarsi in modo corretto, distende la spina dorsale e allevia eventuali tensioni muscolari liberando i dischetti inter-vertebrali dalla compressione alleviando il mal di schiena. Praticare Floating permette di ottenere un completo rilascio della muscolatura, compresa quella inter-vertebrale.

5. Dormire si, ma non troppo! Gli scienziati stanno ancora lavorando su questo, ma esistono alcune condizioni in cui un sonno troppo prolungato può portaree dei rischi per la salute, meglio mettere la sveglia quindi.

Guide05.gif

6. Fare regolarmente esercizio Fisico, praticare Floating e Meditazione o Mindfulness. Esperimenti di laboratorio mostrano come queste pratiche se eseguite regolarmente possano proteggere il cervello da deficit di memoiria indotti dalla deprivazione del sonno 

7. Dormire in un ambiente fresco e ventilato. Ti sorprenderai di vedere come dormire in una stanza ventilata (basta tenere la finestra socchiusa) o tenere fuori dalle coperte un piede possa migliorare considerevolmente la qualità del tuo sonno.

Per ulteriori consigli su come migliorare il tuo sonno consulta le risorse correlate a questo post qui sotto.