Dai un'occhiata a Floating Flo su Yelp

DEPRESSIONE: TERAPIA MINDFULNESS E TERAPIA FARMACOLOGICA HANNO LA STESSA EFFICACIA!

Credits to: Richard Dagenais

April 28, 2016

Abstract

Secondo la WHO (World Health Organization) almeno 350 milioni di persone soffrono di depressione.

Uno studio pubblicato di recente riporta che i pazienti che si sottopongono alla terapia cognitiva “mindfulness” risultano meno suscettibili di soffrire di una ricaduta depressiva rispetto ai pazienti che non si sottopongono a tale terapia. Sempre secondo tale studio per i “pazienti Mindfulness” risulta altrettanto improbabile soffrire di una ricaduta rispetto anche a quelli che si affidano esclusivamente a trattamenti farmacologici (Prozac e Lexapro) per controllare la loro depressione. L’efficacia della terapia Mindfulness è massima se condotta con l’ausilio di vasche di deprivazione sensoriale o galleggiamento.

Storia

Merriam Webster definisce la parola “Mindfull” (“consapevole”), come la consapevolezza di qualcosa che può essere importante. Come si è visto, la terapia Mindfulness può essere considerata molto importante, soprattutto per le persone che soffrono di depressione.

Un importante studio ha scoperto che per le persone alle prese con la sindrome depressione, la terapia cognitiva basata sullamindfulness (MBCT) è efficace almeno quanto alcuni farmaci (Prozac e Lexapro) anti-depressivi comunemente prescritti ma senza incorrere negli effetti collaterali quali aumento di peso e diminuzione della libido che l’uso continuato di tali farmaci comporta.

Non funziona per tutti, ma è riconosciuto come una scelta legittima ed efficace per i pazienti affetti da sindrome depressiva.

La terapia Mindfulness deriva dalla filosofia buddista. L'idea è quella di addestrare il cervello a gestire le emozioni negative e i pensieri con l'ausilio di tecniche di meditazione, respirazione e yoga. Vedi anche 3 tecniche di meditazione per galleggiare.

Il Dott. Willem Kuyken, psicologo clinico della Oxford University, che ha condotto lo studio, spiega: “E' una sorta di allenamento mentale. Si tratta di addestrare la mente delle persone in modo da insegnarli a poter vedere e riconoscere pensieri negativi, sentimenti negativi, i primi segni di una ricaduta depressiva, e apprendere le competenze per rispondere a questi in un modo da renderli più resistenti."

Secondo alcuni critici, principalmente appoggiati dalle case farmaceutiche, non sono comunque tutte rose e fiori… alcuni di loro avvertono che le tecniche di Mindfulness possono scatenare attacchi di panico e causare paranoia, deliri e di riscivolare in depressione.

Il Dott. Kuyken, che è anche direttore della Oxford Mindfulness Center, ammette "questa meravigliosa facoltà di pensiero può metterci nei guai ma anche tirarci fuori dai guai."

Lo studio pubblicato su JAMA Psychiatry, una delle riviste della American Medical Association, è uno dei più vasti che analizzano le ricerche sulla MBCT.

Esso ha dimostrato che, tra più di 1200 pazienti, coloro che hanno utilizzato la MBCT risultavano avere il 31%  minori probabilità di subire una ricaduta depressiva durante le 60 settimane di follow up e controllo successive al trattamento, rispetto ai pazienti che non erano stati sottoposti MBCT. Un altro dato molto importante segnalato dai ricercatori è che non è stata segnalata alcuna evidenza di effetti nocivi, dannosi o collaterali come quelli evidenziati sopra dai critici della MBCT.

Precedenti ricerche hanno anche suggerito MBCT è efficace a prevenire ricadute depressive almeno quanto i farmaci anti-depressivi.

Anche se la popolarità della terapia Mindfulness sta scalando le classifiche con un boom di applicazioni, corsi on-line, libri e articoli, i critici avvertono che avere pazienti che soffrono di depressione e farli stare fermi concentrandosi sul loro respiro e sui loro pensieri è molto rozzo, incompleto e preliminare. Si dice che l'uso terapeutico della consapevolezza ha un "lato oscuro" che può seriamente influire negativamente sui pazienti.

Il Dott. Kuykencomunque è imperterrito e insiste, non solo i risultati della MBCT sono "incoraggianti", ma che à necessaria maggiore ricerca al fine di spingere i tassi di recupero più vicino possibile al 100 per cento.

L'utilizzo della terapia di Mindfulness è molto più efficace se condotto in ambienti a stimolazione ridotta in quanto il paziente riesce a concentrarsi più efficacemente su poter vedere e riconoscere pensieri negativi, sentimenti negativi, i primi segni di una ricaduta depressiva, e apprendere le competenze per rispondere a questi. L'ambiente ideale dove condurre la MBCT risulta essere la vasca di galleggiamento o floating nella quale lo stato meditativo viene raggiunto molto velocemente e mantenuto per lungo tempo.

Esci dalla spirale della depressione: 

>richiedi un appuntamento<

 

Risorse Collegate:

3 TECNICHE DI MEDITAZIONE PER GALLEGGIARE

LE LAMENTELE E LE CHIACCHIERE SUPERFLUE DANNEGGIANO I NEURONI

OSHO: TANTRA ESTASI E FELICITA' SENZA LIMITI

BREVE PRESENTAZIONE SUL GALLEGGIAMENTO (FLOATING)

SCOPRI TUTTI GLI ALTRI POST