Dai un'occhiata a Floating Flo su Yelp

NON si può essere claustrofobici nella vasca di galleggiamento e L'uomo nel Vetro

Credits to: Float House

Dopo aver facilitato oltre 26.000 galleggiamenti ... La dura verità che ho imparato circa le vasche di galleggiamento 

Una delle cose più importanti che ho compreso all’interno della vasca di galleggiamento è che il Floating è tutta una questione che ruota attorno all’individuo e quindi molto soggettiva. Tutti abbiamo sentito la frase “solo i noiosi si annoiano”, questo è ancor più vero riguardo al tempo che spendiamo nel nulla. La vasca di floating è di per se un oggetto inanimato: a quell’ambiente buio non importa certo quanto sia stata dura la tua settimana lavorativa; i 520 chilogrammi di sale di Epsom restano completamene indifferenti riguardo a quello che la tua amata/capo/amico/collega di lavoro dicono o non dicono; e quando chiudi il coperchio, la vasca non è sorpresa di come sia riuscita a catturare l’ennesima persona autoproclamatasi claustrofobica.       

Dopo aver facilitato oltre 26.000 floating, posso affermare con sicurezza che quasi tutte (99,5%) le persone che pensano di essere claustrofobiche, praticamente non hanno alcun problema all’interno della vasca. In essa non si ha bene la percezione dello spazio! Potresti essere ovunque mentre galleggi.                                                   

Ciò che accade e si prova nella vasca di Floating è semplicemente un riflesso di SE stessi. E’ equivalente all'idea del "se riflesso nello specchio" che il sociologo Charles Cooley afferma essere come “costruire l’immagine di noi stessi, correlandola direttamente con la nostra autostima.

La verità di tutta la faccenda è che alla fine all'interno della vasca di floating “io sono libera”. L'ambiente non fluttua molto perché niente si muove o si percepisce all’interno della vasca di floating (è progettato appositamente per questo): se ci presti attenzione percepisci solo il tuo diaframma che sale e scende mentre respiri. Ovviamente un evento inaspettato può accadere perché completamente fuori dal tuo controllo: ad esempio le fascicolazioni, cioè quegli involontari movimenti a scatti degli arti tipici della prima fase del sono. Oppure come accaduto circa tre mesi dall’opertura del nostro primo centro, causa rottura di un tubo dell’acqua nel palazzo confinante, il gestore dell'immobile ha dato l’incarico ad una ditta di riparazioni di ripristinare il tubo, senza informarci. Inutile dire che la stridula strillata del trapano ha riverberato attraverso una parte del centro ed è stata udibile all’interno di due delle 4 vasche di Floating, e i due occupanti si sono lamentati

SMETTI di disperdere la tua energia per cose che sono fuori dal tuo controllo.

Ecco la parte che può mettere a disagio molti di noi: il - DIPENDE DA ME-. Quelle tre parole, in un primo momento, possono sembrare intimidatorie, ma in realtà sono completamente liberatorie. Se succede qualcosa che è completamente fuori dal mio controllo: forse una goccia che scivola giù lungo il mio viso o il sentire un minimo suono che in condizioni normali nel mondo esterno non avrei mai notato; allora la vera questione è: come io reagisca a tutto ciò? Lascio che l'aspetto "imperfetto" del mio galleggiare rovini il resto della mia esperienza? Oppure, osservo la sensazione, mi sento pienamente in essa, e poi la lascio andare?

A mio parere, questa è una delle lezioni più grandi che si possa apprendere in una vasca di galleggiamento. Sì, il Floating è fantastico per il corpo, e il sollievo dallo stress che si ottiene da 60 o 90 minuti di galleggiamento in quella calda, setosa oscurità è ineguagliabile. Ma la possibilità “dell’osservazione di se stessi” indotta dalla vasca di Floating è probabilmente l'elemento più importante e che ancora mancava nella mia vita. Mi ha permesso di trovare lo spazio ed il tempo per riflettere; Sono davvero completamente onesta con me stesso? Nel mio profondo io so quale posto occupo e come sto venendo fuori nella mia vita, ma tutto quello di cui avevo bisogno era il silenzio e il buio per sentirlo e vederlo.

Non sto scrivendo questo per scaricare Floating Flo o qualsiasi altro centro floating dall’impegno di spiegare come approcciare la sessione di floating, specialmente le prime volete che una persona si avvicina a questa incredibile esperienza. Ogni centro di Galleggiamento dovrebbe fare i propri migliori sforzi per garantire la massima qualità possibile di ogni singolo Floating, per ogni singolo ospite, che sia e abbastanza aperto per prendere il floating come pratica ricorrente. Sto scrivendo questo soprattutto per ricordarmi che sono innanzitutto io la prima persona responsabile della mia esperienza.

Posso scegliere il modo in cui reagirò. Credo che il modo in cui agisca e reagisca in una vasca di Floating è molto, molto indicativo di come agisco e reagisco in ogni altro aspetto della mia vita. Che bel regalo no?

Vi lascerò con questa poesia che mi è rimasta con me fin dall'età di 19 anni, quando ero un giocatore di calcio al college, e il nostro allenatore proiettò questa poesia durante un nostra riunione durante gli allenamenti:

L'UOMO NEL VETRO
Quando raggiungi quello che vuoi nella tua lotta per te stesso E il mondo ti fa re per un giorno, Basta che tu vada allo specchio a osservare te stesso E vedere quello che l'uomo che vedi riflesso ha da dire.
Per questo non è il giudizio di tuo padre, madre o moglie su di te Che deve passare; Il compagno il cui verdetto conta più nella tua vita è quello che ti fissa dal dentro il vetro.
Alcune persone potrebbero pensare che tu sia una persona onesta diretta e sincera e ti chiameranno ragazzo meraviglioso, ma l'uomo nel vetro dice che sei solo un barbone Se non puoi guardarlo dritto negli occhi.
Lui è il compagno da compiacere, non ti preoccupare di tutto il resto, Perché lui è con te fino alla fine. E avrai superato la tua prova più pericolosa e difficile se l'uomo nel vetro è tuo amico.
Puoi ingannare il mondo intero lungo il sentiero della vita E avere pacche sulla spalla mentre passerai. Ma la tua ricompensa finale sarà dolori e lacrime Se avrai ingannato l'uomo nel vetro.
                                                    Peter "Dale" Wimbrow Sr.